Pole Reversal

 
 
 
To Hernan Huarache Mamani,
 Who dedicates his Life to the Ancestral Message of Hearth's Left Side;
To the left eyes of Thom Yorke and David Bowie,
As opposite signs of female suffering into the Sacred Body,
Paralized by a relentless Male Winsdom,
No more the protector, instead the distructor inside everyone of us...
But the Flash who hurts the Eye
With his obscure hidden Dark,
Is from always UnderWood,
So the Day of Left Side Light
Is not far to become Fire.
A Strange affair it is for me
To use my right to write...
How could it be one Pole prevaled througth Time
Relentlessly?
 
It is decreed:
Poles must reverse
And that
Inevitably
Inevitably
 
Power of threes, tips of my fingers
Disclose what the Poet drums on my shoulders:
 
Since you are a little light
Born of the Ethernal One
Remember that the Left is where all Creation began.
 
Power of threes, tips of my fingers
Disclose what the Poet drums on my shoulders
 
That's Sensitivity Profecy
 
Power of threes, tips of my fingers
Disclose what the Poet drums on my shoulders
 
We are all clumsy left-handers
Who try to live adroitly
In this blessed right-handed world.
 
Power of threes, tips of my fingers
Disclose what the Poet drums on my shoulders
 
That is Sensitivity Prophecy
 
Pole Reversal
And the Princess will be alive
Pole Reversal
And the Princess will be alive
 
 
L'INVERSIONE  DEI  POLI
 
A Hernan Huarache Mamani,
Che dedica la propria vita al messaggio ancestrale della metà sinistra della Terra;
Agli occhi sinistri di Thom Yorke e David Bowie,
Quali segni opposti di sofferenza femminile nel Corpo Sacro,
Paralizzato da uno spietato Regno maschile,
Non più protettore, bensì il distruttore dentro ognuno di noi...
Ma il Baleno che colpisce l'Occhio,
Con la sua buia Oscurità nascosta,
Viene sempre dal Sottobosco,
Così che il giorno della Luce del Lato Sinistro
Non è lontano dal divenire Fuoco.

Strana cosa è per me usare la mia destra per scrivere...
Come è stato possibile che un solo polo nel tempo
Abbia dominato sull'altro
Spietatamente?
E' scritto:
I poli devono invertire
E questo
Inevitabilmente
Inevitabilmente
 
Potere degli alberi, punte delle mie dita
Svelate ciò che il Poeta
Tambureggia alle mie spalle:
“Se tu sei una piccola luce
Nata da quella eterna
Ricorda che il lato sinistro è dove tutta la Creazione è iniziata”.
 
Potere degli alberi, punte delle mie dita
Svelate ciò che il Poeta
Tambureggia alle mie spalle:
Questa è la Profezia della Sensitività.
Potere degli alberi, punte delle mie dita
Svelate ciò che il Poeta
Tambureggia alle mie spalle:
 
“Siamo tutti maldestri mancini
Che cercano di destreggiarsi
In questo “santo” mondo destrorso.”
 
Potere degli alberi, punte delle mie dita
Svelate ciò che il Poeta
Tambureggia alle mie spalle:
Questa è la Profezia della Sensitività
 
Inversione dei Poli
E la Principessa sopravviverà
Inversione dei Poli
E la Principessa sopravviverà
 
 
 
 VI
...OBBEDISCI...
Viviamo su di un Pianeta dalla Percezione Duale.
Le due facce della Terra
sono ciclicamente individuate dalla Luce e dal Calore della Stella Madre che,
 come maschera alterna,
illumina e scalda una metà del Pianeta, lasciando l'altra nell'oscurità.
Il Sole sorge nel sinistro Est e tramonta nel destro Ovest del Pianeta nella sua globalità,
così come in ogni sua particolarità geografica.
A seconda dell'inclinazione dei raggi del Sole
che colpiscono la Terra durante il Ciclo del Giorno,
e del luogo fisico del Pianeta in cui il potere della Stella giunge
in modalità di piena luce, penombra, ombra e oscurità,
la Coscienza Vitale Collettiva sviluppa e sperimenta schemi di adattamento e interazione differenti,
ed è così che la diversità si moltiplica nell'abbondanza delle possibilità,
secondo innumerevoli livelli di comprensione e cooperazione con il microcosmo circostante.
La quantità infinita di Oscurita' Cosmica
individuata dalla minoranza della Luce che irradia dai Corpi Celesti,
così come dal più piccolo Sistema-Corpo sulla Terra,
(la fisica quantistica afferma che ogni corpo vivente irradia fotoni)
testimonia che la Vita e la sua Luce
sono sempre scaturigine della Voragine Oscura dell'Ignoto.
L'Ignoto è il lato Sinistro di ogni cosa, è la Notte e la sua Luna,
è l'Oriente da cui il Sole spunta,
è il mistero della fecondazione e del parto,
è la passività riflessiva che accoglie l'Esperienza,
è il nostro versante inconscio,
è tutto ciò che è stato definito Femminilità.
Ma per rimanere nell'immaginario del sinistro Oriente,
possiamo anche identificare l'Ignoto
con la forza fredda e lunare detta Yin,
in contrapposizione con la forza calda e solare detta Yang.
Ribaltando l'informazione nel destro Occidente,
possiamo però accrescere la nostra capacità di visione
trovando conforto scientifico
nella codifica del concetto della cosiddetta forza elettro-magnetica,
ovvero null'altro che il risultato della cooperazione
della forza Yang (elettrica attiva) con la forza Yin (elettrica passiva)
volte al conseguimento di un campo magnetico armonico,
necessario alla Nascita della Vita di ogni Sistema-Corpo
ed alla sua efficiente durata nel Tempo,
in relazione allo scopo del suo Concepimento.
Il leggendario filosofo Ermete Trismegistus,
nelle molteplici affermazioni contenute nel suo Corpus Hermeticum
quali ad esempio
 
“Ciò che è in basso è come ciò che è in alto / e ciò che è in alto è come ciò che è in basso /
per fare i miracoli della cosa Una”
 
aveva riconosciuto gli innesti esponenziali
che questa duale alchimia elettro-magnetica
ripercorre in ogni ambito dell'esistenza fisica.
Ecco come allora il funzionamento del nostro Sistema-Corpo,
ed in special modo del nostro fantasmagorico cervello,
dipendano dalle Supreme Leggi cui soggiace l'intero Creato.
Ma nell'Occidente civilizzato
si è voluto chirurgicamente estromettere dal processo vitale
tutto ciò che è stato additato come Sinistro e negativo
(la polarità Yin reca in sè il segno -),
poiché la paura dell'essere umano di venir dominato e dissolto
dalla Voragine Oscura del Mistero della Nascita e della Morte,
così come di dover dipendere dalla Natura
e dai suoi cicli di Creazione e Dissoluzione,
ha generato una iperattività della sua capacità di cogitazione logico-matematica,
sbilanciandolo verso un positivismo destrorso
(la polarità Yang reca in sé il segno +),
che per sopravvivere senza l'altra parte della visione duale,
ha dovuto escogitare mille modi fittizi dell'esperienza dimostrabile
per emulare ed accedere al potere di completamento della metà estromessa.
Poi, ha chiamato questo monoteismo della negazione,
“Progresso Scientifico”.
Il grande psicanalista e sociologo tedesco Erich Fromm,
nel suo saggio Fuga dalla Liberta',
individua perfettamente tutti i processi storici e psichici
che ci hanno condotti fin qui.
 
Ma vediamo come tutto questo si ripercuote nell'Individualità
all'interno del Sistema-Corpo.
Lo psicologo statunitense Julian Jaynes,
nel suo affascinante saggio
Il crollo della Mente Bicamerale e l'origine della Coscienza,
ripercorre il processo storico-psichico di evoluzione adattiva dell'umano intelletto,
affermando che c'era un tempo in cui i due emisferi del cervello umano
non comunicavano tra loro.
Senza entrare nel merito di un saggio estremamente complesso ed articolato,
basterà qui sintetizzare che la visione di Jaynes
afferma che le due distinte qualità degli emisferi
(logico-matematica-razionale nel sinistro - presidio dell'emisoma destro,
intuitivo-immaginativa-olistica nel destro - presidio dell'emisoma sinistro)
hanno impiegato diversi millenni di evoluzione
affinchè potessero tra loro riconoscersi
come duplicità funzionale di una cosa sola;
non prima che si costituisse quel corpo calloso centrale
capace di connettere le due metà cerebrali,
allo scopo di indurre l'individuo a riconoscere,
in ogni momento del suo agire,
impulsi, ragioni e moventi come propri,
attivando la Coscienza del Se' Superiore,
la cui sede fisica è situata nell'Emisfero Destro Yin della massa encefalica.
Il corpo calloso é quindi una formazione cerebrale filogeneticamente recente,
grazie alla quale l'uomo ha preso progressiva consapevolezza
delle due modalità in cui la Capacità di Visione si manifesta nel proprio cervello.
Jaynes sottolinea che é a questo punto che l'uomo,
dopo aver interpretato le "voci" dell'irriconosciuta Coscienza interiore
quali istanze di Deità molteplici che lo sospingevano all'azione
- sposta gli Dei dalla Terra al Cielo -
ricongiungendo la propria Totalità
nell'unione tra la componente umana operativa (emisfero yang)
e la propria divinità coscienziale riflessiva (emisfero yin).
Ma se noi ora spostiamo il ragionamento in termini di Coscienza Collettiva,
possiamo facilmente dedurre che il contemporaneo sistema di pensiero occidentale,
quello della mano destra attiva, luminosa e positiva (+),
si é completamente separato dalle Istanze dell'Emisfero della Coscienza Mistica,
rappresentato dalla mano sinistra passiva, oscura e negativa (-),
bypassando in tal modo l'integrità della propria autonomia di giudizio.
 
Ma chi sarà in grado di salvare la propria Divina Bellezza Vulnerabile,
rinchiusa ed isolata nella Torre Yin, resa inaccessibile dalla sua stessa negazione?
Tutte le fiabe sulla “Principessa Imprigionata”
insegnano che solo un cavaliere volitivo, comprensivo e positivo
(l'emisfero yang, la solare claritas diurna),
capace di onorare, rispettare e proteggere la sua fragile,
divina ed oscura essenza coscienziale
(l'emisfero yin, il notturno e lunare mare dell'Ignoto),
affrontando con coraggio, pazienza e spirito di sacrificio ogni prova ed avversità sul cammino,
potrà sciogliere l'incantesimo che impedisce al sistema razionale operativo yang
di compiere la conciliazione della dualità della propria Anima
all'interno del Sistema-Corpo,
innamorandosi di Lei.
Un amore la cui natura dovrà essere di dedizione sconfinata,
poiché quella particolare scintilla di Coscienza Individuale che ognuno ha dentro sé,
non tornerà due volte uguale sul pianeta, la sua Unicità é irripetibile ed inestimabile.
Pensando ad uno dei dedicatari di questo racconto,
vorrei citare la spiegazione di Thom Yorke
circa il significato del testo della sua canzone Creep,
in cui il protagonista si pente di aver a lungo inseguito, senza comprenderla,
una donna speciale,
che era quella dentro di lui,
la femminilità della sua Anima.
Ed infatti, in un'altra sua dichiarazione, l'artista sostiene:
"continuo a desiderare di affermare la mia sensualità, ed al contempo mi ritrovo a negarla."
Ed infine vorrei spendere due parole sull'ultima opera dell'immenso David Bowie,
Black Star, i cui testi, le immagini e le scelte grafiche
rivelano il culmine di un progressivo viraggio al Nero della sua visione interiore:
un uomo bendato, distrutto dalla malattia,
la cui Coscienza filtra da una iperdilatata pupilla sinistra...
accostando allora la visione dei due bellissimi e dolenti artisti,
si scopre nei loro testi una comune tendenza Noir di vedere le cose...
 
Dopo l'auspicata Inversione dei Poli,
l'ultimo vocalizzo di questa fiaba
ricorda la morte di una Principessa,
nel tema della "Pavane pour une Infante Defunte" di Maurice Ravel...
 
Ma forse la coscienza dell'uomo contemporaneo è così assuefatta al dolore ormai,
-frequenza che, come esecuzione in background, vibra incessante nel corpo di tutti-
che non ha più niente da imparare da esso,
se non la condanna alla sua stessa impotenza.
Forse ciò che ora potrebbe davvero scuoterci
è lo stupore per una Sopravvissuta Bellezza nonostante tutto.
Un recentissimo film francese di animazione,
intitolato Mune il Guardiano della Luna,
rappresenta un'incoraggiante e straordinaria testimonianza
che la Coscienza Collettiva
potrebbe essere pronta per la rigenerazione di un nuovo linguaggio,
in cui Luce e Tenebra verranno accolte e custodite
come due metà indissolubili del proprio Sè interiore,
così come della nostra Terra Madre.